Non mi manchi che…

Non mi manchi che piango tutti i giorni.

Non mi manchi che se passo da un posto tuo mi struggo con la mano sulla fronte come Eleonora Duse.

Non mi manchi che penso a tutte le cose che volevamo (e volevamo!) fare insieme.

Mi manchi che per esempio oggi son stata dall’avvocato per separarmi e mi sono sentita forte, ma ho dubbi e paure, e allora vorrei condividere con te questa giornata, i dubbi, le ansie, il coraggio e le sdrammatizzazioni….

Ecco: così mi manchi.

E allora le ho raccontate a tua madre e alla mia amica Silvia quella storica. Che son meravigliose. E dicono cose fondamentali, preziose, di sostegno. Ma non dicono “mah…” oppure “io non starei a perder tempo su questi pensieri adesso” o, ancora, “fanculo, c’hai dei controcoglioni così”. Dicono altro, e ringrazio il cielo di averle. Ma la tua voce, il tuo punto di vista divergente mi manca. Questo sì, eternamente. Ma forse te l’ho raccontato lo stesso e tu mi hai detto la tua.
Tua Afrodite, qui nel mondo tua Saida

3 pensieri su “Non mi manchi che…

  1. Sì è vero, ci mancano tante cose di lei. Qui al lavoro abbiamo tutti ripreso le nostre attività, qualche volta sembra che facciamo come se niente fosse, ma non è vero niente.
    Ma in questi momenti non riesco a non pensare a quanto manchi a lei la bellezza della vita, la bellezza della sua vita, quella sua vita che era riuscita a raddrizzare e rendere felice con tanta fatica e tanto impegno. Quando l’ho conosciuta io aveva degli orribili capelli gialli, era al primo anno Counseling.
    Era forte e allegra come credo sia sempre stata, la sua risata spaccava il mondo in due, e io mi trovavo fra quelli che ridevano. Poi è passata alla scuola clinica e poi è diventata una di noi. Sempre molto seria e molto ridente. Aveva un Genitore protettivo potente, un Adulto critico com’è giusto che sia e una Bambina allegra dagli occhi spalancati verso il mondo degli altri. Essere seri e allo stesso tempo gioiosi è da pochi.
    Una volta mi ha dato un abbraccio che ricorderò per tutta la vita, ci sono dei vantaggi anche per una donna ad essere alta, avere braccia lunghe per cingerti tutto e mani grandi da sostenerti i fianchi.
    Quello che manca a me non è molto rispetto a quello che mancherà a lei del suo vivere ancora.
    Avrebbe avuto una vita meravigliosa.
    Giorgio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...