Aspettative in fumo

Tragitto: Milano Corso Garibaldi-Fanculonia (provincia di Limito di Pioltello). Radio rotta e relativi 40 minuti di silenzio intorno a me. WOW! Roba tosta! E ritorno.
Da due anni a questa parte le giornate passano nel trambusto più totale e nel casino di una routine fatta di casa-lavoro-cacca-nanna-pappa. Potrei dunque scrivere 4 luglio o 10 novembre e farebbe lo stesso. Un bimbo piccolo fa si che le giornate si dilatino a dismisura, come l’elastico vecchio di una mutanda dell’Oviesse. Ma quel che rende le giornate ancora più entusiasmanti, dopo la raccolta della cacca in giro per casa (siamo in fase spannolinamento) è una cena bruciata.
“Amooooo… vado a fare la doccia, controlli i fornelli, c’è su la cena?! Ci impiego 5 minuti!”. Chi ha un bambino sa che una donna che dichiara di poter fare la doccia in 5 minuti non mente. Una doccia, quando hai un bimbo, non può durare più di 5 minuti, pena lo scatenarsi dell’inferno allo scoccare del sesto.
“… Hhhhm hhhhm…” che nella mia testa penso voglia dire “si amore, vai pure, ho tutto io sotto controllo, prenditi questi 5 minuti di relax, vai tranquilla, penso a TUTTO io per 5 minuti”.
Yeah! Corro! Mi scapicollo, mi levo i vestiti in corsa, pregustando già l’evento! Mi crogiuolo per 5 beatissimi minuti sotto l’acqua fresca corrente, canto, ballo il tip tap sotto la doccia… Una beatissima doccia di ben 5 minuti! Aaaaaaahhhhh che relax, meglio di una spa!!!!
Finito. Accappatoio e…. Minchia cos’è st’odore….??? Oddio va a fuoco la casa!!!!
“Amore amoreeeeeee che succedeeeeee?! AMOREE! Ma, ma….che fai?”
Di fronte a me, un essere peloso e sudato, con 6 elettrodi sul ventre che vibra come un maiale solleticato sotto le ascelle.
“Amò, ma che minchia fai ?”
“Ah niente provavo due minuti la tua macchinetta antidolorifica… sai fa anche la tartaruga!”
E così mentre la casa va a fuoco, io vengo assalita da una voglia irresistibile di alzare i volts del macchinario al massimo e farlo morire tra gli atroci dolori di scariche decontratturanti. In sede giudiziale il mio avvocato potrebbe invocare un sacco di attenuanti, ne son certa.
Tua Atena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...